Sul Caso Gregoretti si vota in Senato : Ma la Lega di Matteo Salvini uscirà dall'Aula

di Mario Ferrazzuolo - mercoledì 12 febbraio 2020

Caso Gregoretti

Il caso Gregoretti arriva alla Camera del Senato, dove verrà deciso l'esito della richiesta di autorizzazione a procedere per Matteo Salvini. La corte dei ministri accusa il leader della Lega del rapimento dei 131 migranti che sono stati bloccati per quattro giorni sulla nave della Marina, prima di sbarcare ad Augusta il 31 luglio scorso. Il voto è previsto per l'ora di pranzo, immediatamente dopo l'intervento di Salvini previsto per le 13:00. Ma i risultati saranno noti solo la sera perché le urne rimarranno aperte fino alle 19:00 per consentire a tutti i senatori di partecipare. I banchi del governo sono vuoti. 

Secondo le ricostruzioni, il leader insiste per chiedere di andare al processo e i suoi seguaci lasceranno la Camera al momento del voto. A margine del procedimento, Salvini ha ribadito la sua linea e ha accusato i politici, compresi gli ex colleghi del governo, che voteranno invece per farlo passare al processo: “Spiace che qualcuno a sinistra, in Italia e nel mondo, cerchi di eliminare il suo avversario per via giudiziaria. Noi siamo diversi. Io non chiederò mai che siano i giudici a giudicare Zingaretti, Conte e Di Maio. Il giudizio che conta è quello del popolo”.

Nel frattempo su Facebook Salvini si presenta alle sue affermazioni sulle sue azioni: “Con la testa alta e con la coscienza pulita di chi ha difeso la sua terra e la sua gente. Se un uomo non è disposto a lottare per le proprie idee, o le sue idee sono prive di valore o è inutile", ha scritto Salvini sui social media citando Ezra Pound. Lo stesso Salvini il 20 gennaio ha chiesto ai cinque membri della Lega Nord l'immunità a votare contro la relazione del presidente dell'organo Maurizio Gasparri che ha chiesto di respingere la richiesta del Tribunale ministeriale di procedere.